MTB, che passione: BikHer 2.0

Aprile 2021 – di BIKEHER

Quando ForOverSport ci ha chiesto di parlare del progetto BikHer, siamo andate a spulciare negli archivi del “già scritto” ed è stato un momento nostalgico degno delle migliori soap opera messicane. Ci siamo rese conto di essere cresciute in una manciata di anni, come sportive, ma anche come persone. 

BikHer è una community di donne che hanno fatto della Mountain Bike la loro più grande passione! Il nostro obiettivo è di portare un tocco di rosa in ogni bike park o sentiero.

La nostra community ha il solo ed unico scopo di aggregare, non siamo nazifemministe nè convinte che un drop da 30 cm sia la porta di accesso alla laurea in università della vita di Facebook.

Siamo ragazze semplici, diverse, interessate ed innamorate della vita; abbiamo uno scopo, però, in comune: la gioia di praticare uno sport. 

Il mondo delle donne è difficile là fuori, c’è una competizione tale che a volte si trasforma in shaming senza nemmeno rendersene conto. E’ un mondo stereotipato saturo di modelli negativi, un mondo triste. Lo sport, in questo mondo, è per noi l’ancora di salvezza. 

Una donna che fa sport è bella perchè è sana, perchè è attiva, perchè può sentirsi in pace anche se struccata, sudata o sporca di fango. E lo fa con altre ragazze che esaltano questo modo di pensare. 

Siamo nate nel 2015 e il primo anno ci sentivamo un po’ paladine della giustizia, volevamo difendere a gran voce le donne sui trail.

Poi qualcosa, è cambiato: in questi ultimi 4/5 anni, abbiamo notato come sia cambiato il concetto di “ragazza in MTB” e come questa grande community sia diventata più esigente e competitiva. 

Oggi, nel 2021, parlare di women power, parlare di come le donne siano capaci di grandi imprese, a noi di BikHer sembra un po’ paraculo e riduttivo. Siamo ragazze, donne in carriera, mamme, persone che praticano uno sport e che hanno semplicemente esigenze comuni, da condividere. 

Certo, molti passi restano ancora da fare. Di recente, una nota rivista del settore ha creato un bel putiferio nelle nostre chat di WhatsApp: qualche giornalista ha deciso di evidenziare le prodezze di una prorider dal palmares invidiabile, sottolineando i lineamenti del viso al posto del gesto atletico. Ed ancora oggi le donne che vincono in MTB hanno dei compensi inferiori rispetto agli uomini che praticano la stessa disciplina, sebbene si parli di campioni in entrambe le categorie. 

La community di BikHer è forte in queste occasioni: insieme abbiamo parlato di questo episodio, abbiamo fatto sentire la nostra voce e ci siamo fatte anche delle risate pensando a quante volte sui sentieri ci siamo sentite in minoranza, sebbene l’unica minoranza è quella di una società che ci ha inculcato questa mentalità. 

Quindi, che consiglio dare alle ragazze che praticano MTB? Beh, siate voi stesse, ma sempre con stile! Non esistono sport da uomo e da donna (abbiamo i brividi anche solo a scriverlo) ma esistono la costanza, la determinazione e la voglia di divertirsi! 

E se volete venire con noi, scriveteci, vi aspettiamo!

BikHer, community dedicata alle donne in Mountain Bike

Seguile su

Per info

Rispondi